Semifreddo al tofu e lamponi


Ed ecco una ricetta! Da consumare ascoltando Patti Smith, la sacerdotessa e poetessa del rock in “Frederick“,  dedicato a suo marito.
Purtroppo mi sono persa il concerto, pure gratis, che  c’è stato  a Castle Clinton, in Battery Park (la punta sud di Manhattan). Ho letto l’annuncio sul New York, solo l’indomani.
Vigoroso pezzo “Frederick”, come questo semifreddo, ideale per queste giornate  newyorkesi umide e caldissime dove l’afa non dà tregua.
E nei prossimi giorni sarà peggio.
La ricetta non è farina del mio sacco ma è tratta dal libro Vegan dessert di Hanna Kaminsky.
E’ un bellissimo libro, con molte belle foto.
Rispetto alla ricetta del libro, ho evitato di aggiungere il liquore al caffè perchè non mi andava di comperarlo per poi non usarlo più.
E’ rapidissima da fare e gli ingredienti sono assai facili da trovare.

Ho dimezzato le dosi rispetto a quelle del libro che prevedeva 8-10 porzioni.

  1. 350 grammi di  Tofu (la ricetta parla di Extra firm silken tofu – si tratta di un tofu morbido ma compatto)
  2. 1/2 cup  di zucchero di canna
  3. 1/2 teaspoon di estratto di vaniglia
  4. 1/8 di cup di latte di cocco
  5. 12o grammi di cioccolato fondente  sminuzzato (io ne avevo 100)
  6. 1/2 Tablespoon di olio (la ricetta parla di canola oil – io ho messo margarina perchè avevo solo olio evo che si presta poco per un dolce per via del suo sapore troppo deciso.)
  7. 1 1/2 Tablespoon liquore al caffè (che non ho messo)
  8. 1 pizzico di sale
  9. 1 cup di lamponi

Il procedimento è di una semplicità disarmante (più lungo da descrivere che da realizzare)

  1. Mettere nel mixer il tofu e ridurlo in crema.
  2. Aggiungere lo zucchero e la vaniglia.
  3. Scaldare il latte di cocco nel forno a microonde per 1 minuto (io l’ho fatto perchè qui ho il microonde ma a a casa, a Milano, non ce l’ho e chi come me non ce l’ha può benissimo farne a meno e usare il metodo bagnomaria).
  4. Aggiungere nel latte di cocco la cioccolata sminuzzata e l’olio (o la margarina) e mescolare finchè non sia tutto ben amalgamato.
  5. Aggiungere il latte di cocco con la cioccolata e l’olio nel mixer (dove c’è il tofu).
  6. Aggiungere il liquore al caffè e il sale.
  7. Lasciare da parte  pochi  lamponi per un tempo successivo.
  8. Mettere la crema di tofu in una ciotola e aggiungere i lamponi (la parte più abbondante) mescolando delicatamente per evitare che i lamponi si spappolino.
  9. Tasferire il composto in un contenitore  di silicone (la ricetta prevede un contenitore da plumcake 24×12 circa, assai grande per le dosi dimezzate che ho utilizzato. In ogni caso, non disponendo del contenitore suggerito, ho utilizzato una ciotola di vetro foderandola con una pellicola per rimuovere facilmente il contenuto).
  10. Mettere il semifreddo in freezer per 6 ore finché non si solidifica. Se si lascia più di 6 ore, va tolto 15 minuti prima di consumarlo.
  11. Servirlo con i lamponi lasciati da parte.

Veramente una delizia, che mi sono mangiata da sola in 2 giorni!

L’ho accompagnato con una nuvoletta di panna soyatoo spray anche per nascondere quell’orribile disegno sul piatto.

Annunci

Informazioni su Titti

Ho una valigia sempre pronta... Vedi tutti gli articoli di Titti

23 responses to “Semifreddo al tofu e lamponi

  • Moky

    Ma che meraviglia!! Io non l’avrei fatto durare due giorni!!! Invece del canola oil, l’olio di semi va benissimo se ce l’hai, ma l’idea dell’Earth Balance e’ perfetta.
    Le tue ricette mi ispirano sempre… un giorno, quando la mia vita’ sara’ piu’ tranquilla, faro come nel film Julie & Julia, una tua ricetta al giorno!!

    • Titti

      @Moky: sì, avrei messo l’olio di semi ma non ce l’avevo e non ne uso tantissimo per acquistarlo. La Earth Balance, invece la uso di più, qualche volta anche la mattina sul pane! Julie&Julia me lo sono perso, al cinema, purtroppo. Dovrò vederlo in DVD. Magari in inglese con sottotitoli in inglese.!

  • Laura

    Buonoooo! Mi piacciono tanto i lamponi e tutti i frutti di bosco! non vedo l’ora che sia il momento di andare a raccogliere le more!
    Un abbraccio Titti!

    • Titti

      @Laura: ciao Loiretta!!! Anch’io adoro le more. La stagione è fine agosto, vero? Comunque anche i lamponi sono delicati! Un abbraccio Loiretta!!! Verrò a trovarti ancora di là!! 🙂

  • noolyta

    Ottimo, stavo proprio cercando un po’ di ricette dolci con il tofu. ho già preso nota, complimenti!

  • Sarosky

    Yummy!! Cioccolato e lamponi…una delizia!! Mi ha incuriosito anche questo libro adesso, allungando così la lista dei libri da valutare&acquistare! :S

  • marta

    l’intera torta per me, grazie!
    …tensione! tensione! tensioneeee!!!!!
    in fondo sempre meglio che buttarsi su un chilo di pizza (fatto ieri sera, buu..), o su un chilo di similparmigiana di melanzane -anche se vegan- (fatto l’altro ieri sera, buu..), o su un chilo di verdure fritte della mamma (fatto domenica, buu..)… insomma, devo darmi un contegno cara titti! non devo permettere allo stress di farmi diventare cicciona! umpf 😉

    • Titti

      @Marta: molto volentieri, l’intera torta per te! Ma non è uno scherzo perchè ci dovremo incontrare prima o poi, ecchediamine?!
      LO stress colpisce anche me, non credere che ne sia immune. A me viene la voglia di spendere, fare shopping. Anche di cose piccole, non necessariamente di valore ma importanti per superare lo smarrimento. Non sentirti in colpa per la pizza o le verdure fritte o la similparmigiana. Hai fatto bene a buttartici sopra se ti è servito a superare lo stress. Poi guarda avanti e, senza sensi di colpa, anzi con la gola bella soddisfatta, fai come me che annoto le cose che mi hanno provocato stress o inquietudini e studio il momento in cui sono arrivate e cosa ho fatto per superarle (se ho comperato uno spremiagrumi, un cappello oppure se ho ascoltato un brano musicale) e se, con quegli antidoti le ho superate. Un abbraccio forte!! Non sei sola! 🙂

  • Francesca

    Non c’è niente da fare…mi sono innamorata delle tue ricette! Dichiarazione d’amore semplice ma effettiva, no? Un abbraccione…=)

  • Yari

    Che buono!!! Il libro l’avevo visto, ma non l’ho preso, grazie per aver condiviso questa squisita ricetta!

    • Titti

      @Yari: il libro te lo consiglio caldamente (avverbio calzante…fuori 99F, non so in C° ma sono tanti, tanti, tanti!!)
      Possibile che nella valle della Loira non ci sia un ristorante vegano? Bisogna darsi da fare. 😉

  • Yari

    PS. Tra l’altro non fai che acquire la fame… Sono da quattro giorni in Francia, più precisamente nella Valle della Loira, dove non è davvero facile mangiare vegan… 😦

  • Moky

    99F sono 37C…. poi con l’umidita’ da schifo di NYC e tutta la “tri-state area” e’ una roba da suicidio….

  • Pippi

    acuire la fame… già… 😉
    ma secondo te non si può mettere un po’ di caffè invece del liquore al caffè?
    e infine lasciami dire che se questo è il tuo modo per reagire allo smarrimento… sei una grande!

    • Titti

      Beh, un dolce così la fame la sèda, eccome! E senza spostare l’ago della bilancia verso destra! Penso proprio di sì, che si possa mettere un po’ di caffè ristretto invece del liquore. Probabilmente il liquore, oltre al gusto del caffè, dà quel gusto liquoroso che esalta tutto il dolce.
      🙂

  • dueitalianiaparigiPizza pie

    Interessante: sono venuta a leggermi la ricetta sul tuo sito, con più calma… Volevo invitare degli amici a cena… quasi quasi… e viene anche molto bello!

    • Titti

      Penso sarà un successo! E poi è rapida da fare! Raddoppia le dosi e metti tutto in un contenitore di silicone da plumcake! Risultato garantito! E poi fai le foto!!! 🙂

  • marta

    grazie dell’incoraggiamento titti! purtroppo la mia causa di stress è al momento ineliminabile…ma ci sto lavorando su alla grande e, anzi, tieni le dita incrociate per meeeeee!!!!!! °__°
    mi fa un po’ impressione sapere che boccheggi dal caldo.. qui è pieno autunno, ho scarpe, calze e sciarpina al collo! ieri ci è salatato un meraviglioso anello in mtb sul cansiglio causa diluvio universale…buuu…
    buona settimana! ^__^

    • Titti

      Ho incrociato le dita, ma poi fammi sapere! Anche la positività telepatica ha effetto. Oggi la temperatura si è abbassata notevolmente, forse in seguito alla giornata di pioggia. posso dire che faceva quasi freschino e salire sugli autobus con l’aria condizionata a palla non è stato piacevole.
      Piuttosto che le giornate pazzesche dei giorni scorsi meglio il fresco e la pioggia.
      Buona settimana Martina!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...