NY Bagel


E’ da un po’ che non scrivo e  che non frequento il web salvo qualche incursione  di pochi minuti in FB per pubblicare qualche foto.
E’ un periodo di scarsa, quasi nulla creatività, di indolenza generalizzata, di torpore intellettuale e di disordinate – spesso malinconiche -riflessioni che non portano a nulla.

Questo stato d’animo investe tutti gli ambiti che mi sono congeniali e che, in uno stato d’animo  normale, mi riempiono la vita e danno esplosione alla creatività: inventare o scoprire nuove ricette, creare nuovi gioielli, ascoltare  musica, leggere, avere relazioni, organizzare viaggi e tanto altro ancora. Riesco a malapena a copiare e anche questa volta l’ho fatto con queste bagel.
Le avevo fatte in passato seguendo una ricetta vegan americana ma queste sono migliori, più morbide e saporite. E mi ricordano – aumentando la nostalgia – il periodo vissuto a New York dove le consumavo quasi quotidianamente a colazione, acquistandoli da Whole Food Market, in Union Square.
Il merito è della Capra del blog “La Cucina della Capra” che li ha descritte QUI.

(Tra parentesi, in blu, gli ingredienti della ricetta originale della Capra che ho modificato)

Ingredienti:
500 gr di farine: 250 gr grano duro – 70 gr segale – 80 gr manitoba – 100 gr integrale (500 grammi farina)
50 gr di zucchero integrale di canna
15 gr olio EVO (corrisponde a un cucchiaio da minestra)
1 bustina di lievito secco (1 cubetto di lievito di birra)
2 cucchiaini di sale
semi a piacere (cumino, papavero, sesamo,…)
un cucchiaio di malto d’orzo
250 ml di acqua tiepida (calda)

Procedimento:
Sciogliere il lievito secco e lo zucchero nei 250 ml di acqua tiepida. Aggiungere l’olio e mescolare bene.
In una terrina versare la farina e il sale. Aggiungere la parte liquida alla farina e impastare bene e a lungo.
Lasciare lievitare per 30 minuti in un luogo al riparo dall’aria (io ho lasciato la terrina in forno, senza mai aprirlo).
Trascorso il periodo di lievitazione, riprendere l’impasto e lavorarlo ancora un po’. Nel frattempo portare a bollore una pentola d’acqua.
Mentre l’acqua bolle, formare 12 palline della grandezza di un mandarino (ogni pallina pesava 67 grammi).
Praticare un buco a ciascuna pallina, aiutandosi con il manico di un mestolo di legno e dando loro la forma tipica della bagel, lievemente schiacciata.
Tuffare 4 bagel alla volta nell’acqua bollente, un minuto per lato, aiutandosi con una schiumarola per capovolgerle e, successivamente, per scolarle bene e disporle sulla teglia da forno, rivestita di carta forno.
Pennellare la superficie di ciscuna bagel con il malto diluito in un po’ d’acqua e ricoprire con i semi, a piacere.
Infornare per 20 minuti a 200°. La Capra suggerisce 25 minuti ma il mio forno dopo 20 minuti aveva completato la cottura.
Le proporzioni degli ingredienti sono perfette e, di conseguenza, suggerisco di rispettarle alla lettera.
La riuscita è assicurata! Grazie Capra!
Ho consumato queste delizie a colazione con la crema di nocciole (nocciole pure frullate con il Vitamix) e Nocciolella. E a pranzo con un patè di legumi. Ma seguirò anche il suggerimento di Capra, di consumarli con il caprino vegan.

Ascoltando Etta James in “Purple rain” sperando di risvegliarmi dal torpore e dalla malinconia. Già queste bagel possono aiutarmi….

Annunci

Informazioni su Titti

Ho una valigia sempre pronta... Vedi tutti gli articoli di Titti

47 responses to “NY Bagel

  • Silvia Pareschi (@SilviaPareschi2)

    Viva la Nocciolella!
    Quanto al torpore… forse si tratta solo di un po’ di stanchezza dopo tutto il lavoro della scorsa estate, no? 🙂

    • Titti

      @Silvia: te ne preparo un vasetto da portare a SF! – Già, sapessi come mi sento….Come anestetizzata. 😦 Spero sia dovuto al lavoro estivo, come dici tu! 🙂

  • masticone

    È non mi inviti ad assaggiarli?
    :))

  • Pippi

    Ah Titti, come ti capisco, io in questi giorni sono isterica… Secondo me conta anche il cambio di stagione, l’ora solare, e nel tuo caso come dice Silvia… la quiete dopo la tempesta!
    Spero che sia così, che sia una cosa passeggera, tu sei così dinamica che non ti immagino a lungo malinconica!
    Secondo me una buona cura potrebbe essere vederci un po’ finalmente!
    😉

    • Titti

      @Pippi: spero abbiate ragione, tu e Silvia. Sta di fatto che mi sto lasciando trascinare acriticamente…
      Sì, certo, vediamoci! Anche in giornata, dai, prendo il treno e vengo da te! 🙂

  • Rose

    Animo, cara Titti! E’ il cambio di stagione, il clima uggioso, il pensiero forse dei nostri cari che non ci sono più.
    Io questa settimana ho ospitato uno dei miei fratelli, con un braccio ingessato, e mi sono accorta, ancora una volta, che non c’è come fare qualcosa per gli altri per alleviare i miei crucci.
    Un abbraccio. R

    • Titti

      @Rose: sì, certo, il mese di novembre di per sè non aiuta a migliorare l’umore e il clima umido è un ulteriore elemento di disagio. E’ verissimo quello che dici a proposito della disponibilità verso gli altri. Aiuta più noi.
      Un abbraccio, cara Rose!!
      Vieni a trovarmi ancora con Silvia? 😉

  • Rose

    Mi piacerebbe, anche se Silvia sicuramente è molto impegnata e non so cosa farà dopo Berlino. Nell’andare a Torbole la prossima volta, che percorso fai? Se passi da Desenzano, puoi venire tu a trovarmi o ci possiamo vedere da qualche parte.

    • Titti

      @Rose: per andare a Torbole facciamo la A4 (la Milano-Venezia) e usciamo a Peschiera e prendiamo la superstrada fino ad Affi e da lì l’autostrada del Brennero. Potremmo fare una deviazione…. 😉

  • Rose

    Bellissima idea! Fammi sapere quando. 😀

  • Rose

    Quello che hai di pronto, senza disturbarti. E’ tutto così buono! E cosa può preparare una “onnivora” per te? Tu non usi nemmeno il burro, giusto? Urca, niente carne, né pesce, né latte e latticini… CHE TI FACCIO? 😦 Giusto insalate e verdure. Titti, non sono vegana, sono bresciana! 😉

    • Titti

      @Rose: mi hai fatto ridere riguardo la contrapposizione tra vegana e bresciana! ahah 😉
      Il cibo non deve essere un problema ma il pretesto per un gradevole incontro. Insalata e verdure vanno benissimo ma anche un piattino di pasta al sugo o con un po’ d’olio. No, non uso nemmeno il burro: è un prodotto di origine animale. A presto!

  • lacucinadellacapra

    Ciao! Grazie per la citazione 😀

  • Moky

    Siamo tutti ciclici, non mi fido che chi e’ sempre “happy happy happy” (nemmeno di chi e’ sempre “gloom and doom”)….
    Ti servirebbe un viaggettino… speriamo presto, dai!!
    ADoro anche io le bagel…

    • Titti

      @Moky: è vero, c’è gente che è sempre felice o, almeno, ostenta serenità. Forse è solo un modo, positivo, per allontanare tensioni e malinconie. Io non ci riesco… Sì, anch’io non credo a chi è sempre in fase catastrofica…(“gloom and doom” è anche un testo dei Rolling Stones!!). – Sì, un viaggetto mi ci vorrebbe davvero……

  • vittoria

    Cara Titti anche secondo me novembre, il cielo plumbeo e la pioggia non aiutano! ma i tuoi bagel sono meravigliosi! 🙂
    anche io adoravo whole food market quando ero a Los Angeles! un abbraccio

    • Titti

      @Vittoria: Whole food lo adorissimo!!! Anch’io frequentavo un paio di WF a Los Angeles e ora ce n’è uno nuovo a Venice beach. Ahhhhh, mi vuoi far soffrire???!!! 😉

  • cucinoincina

    non ci crederai, ma la ricetta della capra me la sono salvata anche io con l’intento di riprodurla al più presto! Tu quasi indolente io super frenetica: chi starà peggio?! Passerà, ne sono certa! buona domenica! 😛

    • Titti

      @Marta: oggi ho rifatto le bagel usando la pasta madre e insaporendo l’impasto con vari aromi: alla cannella, alle erbe, al rosmarino, all’assafetida. La fase frenetica è sicuramente più stimolante della mia attuale “fase larva”! Un bacione grosso! 🙂

  • antonella (@antorra)

    Io suggerisco un weekend a Dublino per apprezzare tutto la bellezza di un Autunno freddo e piovoso! Non sto scherzando! Ho sempre amato l’Autunno (infatti io scrivo la parola con la A maiuscola!) ma qui in Irlanda questa stagione assume un carattere sublime, maestoso e imponente. Provare (opportunamente protetti dal freddo e dall’umidita’ hahaha!) per credere!

    • Titti

      @Antonella: pensa che proprio in questi giorni due miei amici sono a Dublino!! Una città che vorrei visitare. Se dovessi capitarci te lo faccio sapere. Ma non vorrei utilizzare Ryanair….. 😦

      • antonella (@antorra)

        Capisco perfettamente! Io uso sempre Aer Lingus e volando su Roma non c”e mai una grande differenza di prezzo fra le due compagnie. Ma da altre citta’ tutti mi dicono che Ryanair e’ molto piu’ conveniente… Fortunati i tuoi amci, il tempo non e’ e non e’ stato tanto male!

      • Titti

        @Antonella: spero che AerLingus accetti animali a bordo!! Avevo capito male sul periodo di vacanza dei miei amici. Sono partiti oggi e rientrano sabato! 🙂

  • Barbara

    ho come la vaga idea che NY ti manchi molto più di quanto tu stessa possa ammettere….ance se non è il momento migliore per tornarci purtroppo.
    Un abbraccio forte.

    • Titti

      @Barbara: eh sì, hai azzeccato! NY mi manca perchè ha rappresentato uno strappo alla quotidianità, alla routine a volte soffocante e distruttiva, alla dipendenza, alla certezza. Una prova difficile ma magnifica.
      Noi ci dobbiamo vedere, neh?
      Un abbraccio più forte a te! 🙂

  • accantoalcamino

    Ciao Titti, avevo scritto un commento ancora prima prima ma evidentemente sono uscita troppo presto 😦
    No malinconia, su, prendi in braccio Joy e fatti coccolare…un bacio grande ♥♥♥ e noi ci vedremo questa primavera quando sbocceranno i fiori…

  • saretta

    Titti bella…qui mi sa che sto mese infausto sta buttando giù noi amanti della bella stagione.Novembre proprio non lo reggo…Infati mi stoinvendando mille cose anche se potessi scegliere mi ritirerei o ai tropici/hawaii/California o il letargo 🙂
    Beh, noi vediamoci che almeno una sana ciacola e 4 risate ci portano su!
    Un abcio grande
    Sara
    PS:ho fatto i bagel una volta ma mi vennero chiummosi, ora voglio riprovare!

  • My Sugar Is Raw

    Ciao Titti,
    quoto in pieno saretta, novembre è tremendo!
    Per quanto riguarda la ricetta mi haricordato un viaggio a N.Y. e mi sono letteralmente innamorato degli H&H bagel.
    Li hai mai provati quando stavi a N.Y.?

    • Titti

      @Franco: sì, a dispetto dei colori autunnali e del romantico cadere delle foglie, novembre è un mese antipatico!
      Non conosco gli H&H bagel ma conosco i Murray’s Bagel del Greenwich village. Ahhhh, nostalgia!!!! 😉

  • sarocchia

    Eccomi tornata! Titti cara, in quanto alla ricetta, avevo già preparato i bagels con la tua ricetta di qualche tempo fa ed erano venuti morbidi, questi verranno ancora meglio! 😀 In quanto al periodo apatico, non vorrei soffermarmi e darci tanto peso, l’energia va dove l’attenzione va, son convinta che se si concentrano le energie in pensieri positivi, nuovi progetti, passioni etc anche il momento di crisi se ne va presto da solo! 🙂 Tu sei ancora a Torbole o sei tornata in quel di Milano? Dovremmo sentirci, ci sono molte novità…!!! Warms hugs and a big shiny smile!!! :*

    • Titti

      @Sarocchia: Ciao, bentornata!!! Questa ricetta, con l’aggiunta di un po’ d’olio, è veramente deliziosa!
      Il periodo apatico continua ma ora sto cercando di trasformare le energie negative in forza positiva e pensieri ricchi di progetti. Sono tornata a Milano, sentiamoci! 😉

  • Combray

    NY Bagel? Tutti ne abbiamo nostalgia. Proust aveva ragione…(anche se era di Parigi).
    Fabrizio

  • alessandra

    Dev’essere “colpa” dell’autunno o di qualche congiuntura astrale… periodo un po’ “malinconico” anche per me… ma mi consolo pensando che solitamente è il preludio di una nuova fase di attività 🙂
    Ma sei tornata a Milano? 😉
    baciotto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...